rp_kata.jpg

 

Questo è un post è dedicato alla pedagogia per i ragazzi.

Pedagogia significa, risolvere i problemi, relativi all’insegnamento.

Il più grande problema legato allo studio dei kata dei più giovani è la ripetitività, a volte troppo forzata per la loro giovane età.

 

Con questo post cercheremo di uscire dal circolo vizioso del vecchio karateka-ta noioso.

sbadiglio

Se nella vostra palestra vedete facce come queste, è arrivato il momento di correre ai ripari, e di inventarsi qualcosa.

Ecco 25 modi per far eseguire i kata ai ragazzi:

A dire il vero, anch’io a volte mi alleno con questi esercizi, perché per insegnare ai piccoli, devi essere un po’ bambino anche tu!

 

 

1 Cambiare le tecniche di braccia

2 Invertire le posizioni

3 Eseguire il kata con una scodella in testa

4 Eseguire il kata al contrario

5 Ura no kata, eseguire il kata dal lato contrario

6 Eseguire il kata bendati

7 Disporre i bambini a coppie, uno di fronte l’altro ad alcuni metri di distanza. Posizionarsi al centro delle 2 file con un fazzoletto. Numerare le coppie. Far eseguire una serie di tecniche del kata (uno di fronte l’altro, con al centro il maestro), giocare al gioco del fazzoletto con la coppia chiamata dopo ogni serie di tecniche.

8 Giocare ad 1 2 3 stella eseguendo il kata. Chi viene visto in movimento torna indietro di due posizioni. Vince chi termina prima il kata.

9 Eseguire il kata accovacciati

10 Dare delle piccole spinte allo studente, durante le pause del kata, per stimolare il senso dell’equilibrio

11 Mettere gli allievi in cerchio ed eseguire in progressione uno ad uno le sequenze del kata.

12 Eseguire 2 volte ogni sequenza del kata.

13 Eseguire il kata a coppie uno di fianco l’altro, dividere gli studenti in aka e shiro, a comando cercare di afferrare o di non farsi prendere dal compagno (il maestro grida aka o shiro).

14 Visualizzare il kata ad occhi chiusi, seguendone il suono, mentre un compagno ne esegue i movimenti.

15 A coppie, proseguire l’esecuzione del compagno dopo ogni serie di tecniche

16 Eseguire la tecnica con uno stimolo tattile, lo stimolo vocale è di disturbo

17 Dare un bersaglio alle tecniche con i colpitori (pad)

18 Cambiare l’altezza della posizione ad ogni tecnica

19 Eseguire le tecniche a differenti velocità su richiesta del maestro

20 Mantenere la concentrazione nell’esecuzione del kata con qualcuno che ti disturba.

21 Afferrare al volo e rilanciare una palla mentre si esegue il kata.

22 Eseguire le tecniche del kata sdraiati a terra

23 Eseguire il kata facendo rimarenere in aria un palloncino con dei colpetti fra una tecnica e un’altra.

24 A coppie, capire ad occhi chiusi che kata sta eseguendo il compagno, solamente toccandolo (il compagno esegue solo la prima posizione).

25 Eseguire il kata mentre il compagno, tirando un cintura legata dietro la schiena dell’esecutore, effetua dei disturbi sul “bloccaggio” della tecnica.

Se decidete di provarli, fatemi sapere cosa ne pensate.

A presto.

Maruco san.

Il karate come non lo avevi mai visto prima


0 commenti

Lascia un commento